pallanuotisti in azione
Prova la versione digitale di AQA

La preparazione fisica del pallanuotista

di Giovanni Melchiorri, da rivista AQAnumero due, luglio-dicembre 2016

La pallanuoto si è sicuramente molto evoluta negli ultimi decenni. Il gioco, come in altri sport di squadra, è in continua trasformazione e il cambiamento caratterizzato tra l’altro da una più riguardevole dinamicità, da una maggiore fisicità e più recentemente da un cambiamento del gioco dovuto anche all’introduzione di nuove regole.

Preparazione “a secco” e in acqua

La preparazione fisica del pallanuotista quindi si è modificata e sempre più lo dovrà fare per sostenere al meglio gli atleti nella produzione di un più efficace gesto tecnico e nella partecipazione alle strategie di squadra. Quando si parla di preparazione fisica del pallanuotista possiamo considerare due campi fondamentali d’azione: la preparazione “a secco” (prevalentemente in palestra) e quella in acqua (il nuoto ma non solo). I due principali campi d’azione della preparazione fisica del pallanuotista, se considerati in stretta sinergia, si completano e si arricchiscono nel loro effetto cumulativo allenante. Gli adattamenti indotti dalla preparazione fisica così concepita possono essere brillanti sulla performance del singolo atleta, ma per essere veramente utili nel sostenere il miglioramento nella costruzione del gioco devono essere specializzati in funzione delle caratteristiche dei singoli atleti e del tipo di gioco che si vuole praticare e soprattutto ricercati contestualmente all’allenamento tecnico-tattico. L’allenamento per il pallanuotista di qualsiasi livello agonistico è da considerare come un esempio estremo di allenamento combinato. L’ottimizzazione della prestazione, infatti, può avvenire soltanto quando le diverse qualità di resistenza, forza e potenza muscolare, agilità e velocità si incontrano diventando quasi un prerequisito per l’azione tecnica e il comportamento tattico nella loro espressione individuale e di gruppo.

La struttura fisica del pallanuotista

Tra il 2006 e il 2011 sono stati presi in considerazione 95 atleti di interesse nazionale, 150 pallanuotisti della stessa età, ma non selezionati per le attività della nazionale e 200 pari età non pallanuotisti.

Relativamente al peso corporeo è stato possibile evidenziare che esistono delle differenze rilevanti tra i pallanuotisti nazionali e quelli non selezionati per le squadre nazionali. I ragazzi della squadra nazionale sono più pesanti.

Riguardo alla statura la differenza è ancora presente e più marcata. Questi dati sembrano confermare che maggior peso e satura sono dei fattori favorenti la riuscita nel gioco della pallanuoto.

L’interpretazione deve però essere cauta e razionale: i dati ottenuti sembrano confermare che il peso e la statura sono dei fattori importanti per giocare a pallanuoto, ma questo non significa che atleti di minore statura e peso vadano esclusi a priori senza una corretta valutazione degli altri fattori legati all’allenabilità.


Articolo integrale presente nel numero DUE della rivista AQA.

l'allenamento fisico del pallanuotista