Esperienze in acqua con i cinque sensi: l’udito

Esperienze motorie e percezioni sensoriali in acqua per bambini della scuola materna

di Franco Bonciani

L’udito è il senso preposto alla percezione di suoni e rumori. In acqua essi vengono percepiti attutiti e deformati, risultando ben diversi da come normalmente li sentiamo nella vita di relazione.

I bambini verranno stimolati appunto all’ascolto di tali suoni, prima fuori e poi, riprodotti in acqua, tenteranno di individuarne le differenze e le particolarità.

L’acqua stessa, fra l’altro, se mossa in modi diversi crea una varietà di suoni infinita ed in alcuni casi può somigliare ad un canto.

Schema e ordine della lezione

  1. I bambini verranno fatti sedere sul bordo ed invitati a mantenersi in silenzio. Partendo dall’ascolto dell’acqua ferma, verranno mossi i piedi in acqua prima piano piano, poi sempre più forte ascoltando i suoni che ne scaturiscono;

  2. Dopo l’entrata in acqua i bambini ascolteranno le loro voci e le loro urla prima fuori poi, a turno, immergendo le orecchie, sentiranno le stesse voci ed urla riprodotte in acqua;

  3. Girotondo fuori e sott’acqua;

  4. Il mulino: fare delle grandi circonduzioni con le braccia, come le pale di un mulino, toccando l’acqua e facendo rumore;

  5. Fare le onde, muovendo con energia le braccia e le gambe, ed ascoltare il rumore prodotto;

  6. Battere l’acqua, accarezzarla, ascoltare;

  7. Fare il “canto delle sirene” emettendo suoni con la bocca sott’acqua; più tardi cercare di cantare una canzone all’orecchio del compagno, sempre sott’acqua.

Ti potrebbe interessare anche: