Esperienze di attività in acqua con diversamente abili

di Maria Tanca da rivista AQAnumero sei, Luglio/Dicembre 2018

Lavorare in acqua con la disabilità è una sfida continua che consente anche al tecnico di superare i propri limiti e permette di considerare le problematiche di una persona come una condizione di vita caratterizzata da una propria unicità e da ricchezze da valorizzare.
L’istruttore, inteso come educatore ed esperto delle cose d’acqua, è il filtro fra l’allievo e l’acqua ed è l’unico in grado di trasformare la nuova esperienza in un vissuto positivo che porti allo sviluppo dell’autostima e dell’autoefficacia.

Articolo integrale presente nel numero sei della rivista AQA.